Citazioni da un professionista che ama il suo lavoro!!

pubblicato in: Senza categoria | 0

Lettera aperta per amici & clienti.

Cari clienti e non, amici e chi ci ha scoperto anche tramite i social.

Questo triste periodo che stiamo attraversando resterà in tutti i libri di storia, ma non solo, resterà in modo indelebile nelle nostre memorie e, perché no, anche nelle nostre coscienze, segnerà la vita dei nostri figli.

Ciò che accade non so se ci migliorerà o se torneremo a ragionare come prima, di sicuro in un mondo dove siamo abituati a pianificare, programmare, organizzare, ci sta insegnando che siamo solo dei piccoli esseri umani che poco possono contro l’enorme potenza della natura, nel bene e nel male.
Per sostenere la mia carica quotidiana, penso ai tanti eventi, degustazioni, incontri che in modo inconsapevole ci hanno regalato un’energia, un’emozione, un sentimento che ci ha fatto sentire non solo vicini, ma accomunati dal solito spirito, quello della positività.

Adesso è davvero difficile restare positivi, questo è ovvio, perché oltre a percepire ogni giorno le pesanti difficoltà che la mia, la tua azienda o la tua persona stanno attraversando… risulta difficile anche solo avere la necessaria lucidità per analizzare e delineare una strategia per affrontare quello che ancora non sappiamo, ovvero: cosa accadrà domani?

Senza nascondersi dietro un dito, sicuramente non solo io, tu o il nostro paese, ma il mondo intero dovrà fare i conti con la drammaticità finanziario-economico-sociale che ci travolgerà e non avrà eguali. Ma è anche vero, che per quanto imprevedibile e impervio sarà il destino imprenditoriale e lavorativo di ognuno di noi, per quanta ansia e sgomento la situazione ci sta suscitando… il domani ci aspetta, saremo chiamati a fare scelte, tante scelte, piccole e grandi, giuste e sbagliate non importa.
Ma occorre capire che bisogna essere disposti a un cambiamento, non dobbiamo sentirci sopraffatti, non dobbiamo sentirci perduti, non dobbiamo arrenderci, ma resistere, lottare e resistere, pensare che non siamo soli, ma che siamo più o meno tutti sulla solita situazione e farci vicendevolmente forza e coraggio.

Torneremo a fare le nostre degustazioni, torneremo a provare il piacere di emozionare le persone ed emozionarci noi stessi, con più consapevolezza.
Torneremo a stringerci la mano, ad abbracciarci e a scambiarci i nostri sentimenti, più forte di prima.
Torneremo a conoscere nuove persone, a salutare quelle che conosciamo da una vita, ma con più entusiasmo.
Torneremo ad apprezzare la quotidianità di ogni giorno, i gesti le abitudini e consuetudini, ma in più non dovremmo dare più nulla per scontato e complimentarsi per qualsiasi lavoro ben fatto.
Torneremo ad alzarci presto e lavorare fino a tardi, curare il lavoro con tutte le nostre energie, ma in più ricavare anche del tempo per i nostri affetti e la cura della nostra persona.

Adesso soffriamo tutti insieme, ma l’augurio che tutto questo possa in qualche modo generare energia, pronta ad esplodere in modo contagioso, fulmineo, verso chi abbiamo intorno.
E quando tutto questo finirà, perché prima o poi finirà, occorrerà essere determinati, uniti, scalmanati e arrabbiati, ma soprattutto pronti a un cambiamento, pronti a ricostruire tutto, pronti a una ripartenza che non sarà certamente fulminea, ma di sicuro condivisa e attesa da tutti.
Sarà come uscire da sott’acqua, uscire da un apnea durata quasi più della nostra capacità di resistenza, ma una volta fatta uscire la testa dall’acqua….
Quell’aria, respirata a pieni polmoni sarà la cosa più bella della nostra vita e pensare che la stessa aria l’abbiamo sempre respirata tutti i giorni, consumata inconsapevolmente, senza darle il vero valore che ha.
Con affetto, Andrea Magi

Lascia una risposta